Scambi di vita

Ci sono situazioni in cui mi è capitato di fotografare esattamente un determinato episodio. A voi non accade?

Lungo la strada di colpo non si vede più niente, c’è una nebbia che sale dai fossi e dai canneti e dalle paludi e forma una successione di cortine bianche alla luce dei fari.
Lui dice “ehi!”.
Ledi dice “rallenta!”.
Ridono tutti e due. Vanno avanti piano come in un baraccone delle streghe di luna park, dove non è chiaro fino all’ultimo se gli ostacoli che hai davanti siano reali o no. Le cortine di nebbia si dissolvono una a una mentre ci passano attraverso, il fatto che non producano rumore rende ancora più strana la sensazione. Il paesaggio intorno alla strada sembra essersi dissolto; dopo qualche minuto non è nemmeno più chiaro in che direzione stiamo andando. Vanno avanti lo stesso, incantati dall’effetto di straniamento totale, mentre bucano un piano orizzontale di luce dietro l’altro.